Prima della donazione

Poichè il sangue non può essere sintetizzato artificialmente in laboratorio, risulta indispensabile, sopratutto nei seguenti casi:

  • servizi di primo soccorso
  • alcuni interventi chirurgici
  • trapianti di organi
  • alcune cure di malattie oncologiche
  • forme di anemia cronica
Il sangue rimane insostituibile anche separato nelle sue varie componenti, costituendo per molti ammalati un fattore unico di sopravvivenza:
  • globuli bianchi: per la cura di leucemie, tumori e intossicazioni da farmaci
  • globuli rossi: per la cura di anemìe ed emorragìe
  • piastrine: in caso di malattìe emorragiche
  • plasma: in caso di ustione, tumori del fegato, carenza dei fattori della coagulazione non diversamente disponibili

Dal plasma, mediante lavorazioni specifiche, si ottengono i plasmaderivati, essenziali nella cura di alcuni tipi di emofilia (fattori VIII e IX), di alcune malattìe immunologiche (immunoglobuline aspecifiche) e di alcune patologìe di fegato ed intestino (albumina).

Possono donare sangue tutti coloro che hanno un'età compresa tra i 18 ed i 65 anni purché in buona salute, con un peso corporeo di almeno 50 Kg e che siano digiuni da almeno 8 ore. Le donne in età fertile non possono donare durante i giorni del ciclo mestruale, né nella settimana successiva.

La Donazione >>